mercoledì 12 agosto 2009

Occhi al cielo per le stelle cadenti



Le stelle cadenti, o meteore, sono scie luminose prodotte dall'evaporazione nell'atmosfera di piccole particelle di roccia, ghiaccio o polvere. Queste si trovano in grande abbondanza nello spazio intorno alla Terra, rilasciate soprattutto dalle comete lungo la propria orbita.
Le meteore sono particelle veramente minuscole: le più grandi pesano appena un decimo di grammo, ma sono in grado di produrre tracce luminose molto brillanti. Le particelle vengono rilasciate nello spazio dalle comete nel loro passaggio attorno al Sole. Il nucleo delle comete, consumato dal suo calore e dal vento solare, un flusso di particelle cariche di elettricità molto energico emesso dalla nostra stella, dà origine alla coda, o chioma, della cometa.
In alcuni periodi dell'anno, la Terra, nel suo movimento intorno al sole, attraversa uno sciame di particelle perdute dalla coda di una cometa e ciò dà origine al fenomeno detto delle "stelle cadenti". Le meteore entrano nell'atmosfera terrestre a grandissima velocità e, a contatto con questa, raggiungono temperature elevatissime: i frammenti più piccoli creano scie luminose di 5 - 20 chilometri.
La Terra attraversa sciami di meteore durante alcuni particolari periodi dell'anno: oltre allo sciame delle Perseidi, che attraversa nei giorni dal 9 al 14 agosto, i più densi sono quello delle Leonidi (17- 18 novembre) e delle Orionidi (intorno al 21 ottobre).
Quest'anno, lo sciame delle Perseidi darà origine al fenomeno delle stelle cadenti soprattutto nella notte di oggi: occhi al cielo, perché la fase di luna nuova favorisce l'osservazione!


Buon ferragosto

Nessun commento: