domenica 10 gennaio 2010

Ti piacciono i dinosauri?

BRONTOSAURO
Il brontosauro è vissuto 150 milioni di anni fa, nell'era mesozoica. Fu uno dei più grandi animali terrestri, raggiugeva i venti metri di lunghezza, i 30 mila chilogrammi di peso e i 5 metri di altezza. Il suo cervello invece era molto piccolo. Il suo corpo cresceva lentamente; poteva vive fino a 200 anni.
Il brontosauro era erbivoro e viveva vicino a laghi perchè aveva bisogno di grandi quantità d'acqua.
I suoi resti fossili sono stati ritrovati negli Stati Uniti D'America e in Portogallo.


STEGOSAURO
Il nome Stegosauro significa “lucertola corazzata".
Lo Stegosauro era un erbivoro. Questo dinosauro era lungo più di sette metri ed alto quattro. Si nutriva di felci e piante erbacee; non era un animale solitario, ma pascolava in branco.
Lo Stegosauro aveva placche ossee lungo la spina dorsale che partivano da dietro il cranio ed arrivavano fino quasi alla fine della coda; all’estremità della coda aveva degli aculei che usava per difendersi contro i carnivori.
Essendo grande e molto pesante, non riusciva a correre molto velocemente, quindi era una facile preda per i veloci carnivori.
Questo dinosauro è vissuto circa 140 milioni di anni fa. Sono stati ritrovati fossili negli U.S.A., in Europa, in Asia ed in Africa.


TIRANNOSAURO
Il Tirannosauro è stato uno dei carnivori terrestri più grossi mai vissuti. Aveva zampe anteriori molto piccole e zampe posteriori grandi e forti, che consentivano all'animale di mantenere una postura eretta, bilanciandosi con la coda.
La bocca del tirannosauro era dotata di circa 50 denti, lunghi fino a 15 centimetri, con una radice quasi altrettanto estesa e il bordo finemente seghettato.
Il peso dell'animale in vita era di circa sei mila chilogrammi.
Si presume che i tirannosuri femmine fossero più grandi dei tirannosauri maschi.


TRICERATOPO
Il triceratopo era un dinosauro quadrupede, erbivoro, vissuto in nord America. Era caratterizzato da un collare osseo semicircolare e da tre corna.
È stato uno degli ultimi dinosauri a comparire prima dell'estinzione.
È sicuramente uno dei dinosauri cornuti più famosi. Il suo spaventoso aspetto da "rinoceronte preistorico" è molto popolare e spesso questo gigante dell'era mesozoica è raffigurato in lotta con il suo mortale nemico, il tirannosauro.


VELOCIRAPTOR
Il Velociraptor, il cui nome significa "rapace veloce", misurava, coda compresa, poco meno di tre metri di lunghezza, poco più di un metro e mezza di altezza e pesava intorno ai 90 chilogrammi.
Si ritiene che fosse un dinosauro particolarmente feroce e attaccasse in gruppo anche prede e dinosauri molto più grossi di lui.
Nonostante le sue dimensioni, il Velociraptor era un dinosauro molto pericoloso: le zampe posteriori, allungate e muscolose, gli permettevano di correre velocemente, superando i 35 chilomentri all'ora, che era la velocità massima raggiunta dal tirannosauro per brevi distanze.
Le zampe avevano tre dita dotate di artigli coi i quali poteva agganciare le prede e ferirle gravemente.
Gli arti anteriori del Velociraptor erano più piccoli, con dita lunghe, anch'esse dotate di artigli.
La coda era rigida, usata per bilanciare il peso del corpo durante la corsa.
Il velociraptor aveva mascelle potenti e con un'ampia apertura: riusciva così ad afferrare saldamente gli animali catturati, di cui dilaniava poi la carne con i denti aguzzi tipici dei carnivori.


PTERANODONTE
Nonostante le dimensioni (oltre 7 metri di apertura alare), lo pteranodonte pesava solo come un bambino di pochi anni. Il motivo di ciò erano le leggere ossa cave del suo scheletro. La forma delle ossa e la ricostruzione della muscolatura indicano che questo rettile poteva sbattere le ali per volare.
Lo pteranodonte aveva una lunga cresta sulla testa, sottile, sporgente all'indietro, e un becco privo di denti. Gli esperti ritengono che la cresta servisse allo pteranodonte come un timone, per cambiare direzione durante il volo.
Si crede fosse un abile arrampicatore e vivesse nei pressi delle scogliere, utilizzandole come trampolino di lancio per catturare le sue prede marine. Questo rettile, poi, aveva una specie di sacco di pelle posto all'interno del becco nella mascella inferiore. Quando catturava un pesce, lo deponeva in questa sacca per mangiarlo in seguito o per portalo ai piccoli, in modo simile a quanto fanno gli attuali pellicani.


IGUANODONTE
L'iguanodonte era un dinosauro erbivoro, infatti si poteva drizzare su due zampe per mangiare le foglie sugli alberi, ma non solo per quello: si drizzava su due zampe anche per scappare dai predatori e riusciva ad arrivare alla velocità di 35 chilometri all'ora. A tenerlo in equilibrio era la sua coda rigida e piatta.
Era lungo fino a 10 metri e alto 5, pesava come un elefante.
E' vissuto circa 120-110 milioni di anni fa.
Sono state ritrovate le sue ossa in Europa, in Mongolia, in Africa e in America.

Dinosaurs song


Nessun commento: