martedì 16 febbraio 2010

Inverno in versi

La pioggia
La pioggia picchietta
sommessa, argentina,
e narra una favola
piccina, piccina,
d’insetti, di passeri,
di grilli, di fiori,
di piccoli cuori;
per loro ogni gocciola
che stride, saltella
che sfugge, che mormora,
è come una stella.
(O. Visentini)
immagine creata con Paint.netLa pioggia parla
Parla la pioggia
talvolta
un parlottare fitto fitto.
Talaltra
un sommesso brusio
parla di mari
fiumi
torrenti.
Parla di nubi
vento
nebbia
rugiada.
Parla la pioggia
e
le cose
rispondono...
in silenzio.
(Terenzio Formenti)

Piove
Piove. Sotto la gronda è un nido
vuoto.
Beve le stanche lacrime del cielo
nel gran giardino, un triste albero
immoto.
(Zietta Liù)

La pioggia, i ghiaccioli, il tempo
E la pioggia cade come tanti fili di seta,
mentre tra il cielo e me che lo guardo
c'è una cortina di cristalli.
Ghiaccioli pendono dalle grondaie
come colonnine di giada,
che si sciolgono appena li guardo.
Il passato somiglia alla nuvola e al fumo,
il futuro è molto lontano,
e il presente è come un fiore che appassisce
appena la vostra mano lo coglie.
(Uschimscion)

L'albero nudo
Un albero nudo
fuori della mia finestra
solitario
leva nel cielo freddo
i suoi rami bruni.
Il vento sabbioso la neve il gelo
non possono ferirlo.
Ogni giorno quell'albero
mi dà pensieri di gioia:
da quei rami nudi
indovino il verde che verrà.
(Wang Ya-Pung)

2 commenti:

rita ha detto...

ciao maestra,
belle poesie.; tra l'altro ho fatto un ripassino sull'evoluzione dell'uomo.

Cinzia ha detto...

Mi fa piacere, cara Rita, che le informazioni che inserisco nel Blog siano utili. Grazie. Le poesie sono piaciute moltissimo anche a me. penso di proporne la lettura in classe, ho alunni molto sensibili, che si commuovono quando leggono dei bei versi.