lunedì 31 gennaio 2011

Il mito di Iside e Osiride

I due sposi Iside e Osiride regnavano felici sull'Egitto. Ma la sorte aveva in serbo una sorpresa per loro. Il malvagio Seth, geloso del loro successo, aveva ordito un inganno ai danni del fratello Osiride. Aveva fatto preparare un ricco scrigno, promettendo che ne avrebbe fatto dono a chiunque,entrandovi, l'avesse occupato interamente con il proprio corpo.
Lo scrigno aveva le misure esatte di Osiride.
Osiride cadde nel tranello ed entrò nello scrigno-trappola preparato per lui. Subito Seth e i suoi complici serrarono il coperchio e gettarono lo scrigno nel Nilo.
Iside andò alla ricerca del corpo del marito.
Durante uno dei suoi viaggi venne a sapere che lo scrigno era stato trasportato dalla corrente del Nilo fino al mare. Qui, giunto a Biblo, si era arenato vicino a un cespuglio, che, come per incanto, si era trasformato in una splendida acacia, racchiudendo nel suo tronco lo scrigno. Il re di Biblo aveva visto l'albero e l'aveva fatto tagliare, ricavandone una colonna per il suo palazzo.
Iside, giunta a Biblo, tutte le notti si trasformava in rondine e, svolazzando intorno alla colonna, lanciava grida strazianti a cui però nessuno faceva caso.
Allora, dopo essere divenuta governante del figlioletto del re, riuscì ad avere in dono lo scrigno.
Apertolo, cercò di ridare vita allo sposo, ma invano. Trasformatasi in falco, fece vento con le ali sul corpo senza vita dello sposo. Nascose poi la bara a Buto, in un luogo paludoso.
Ma il malvagio Seth, mentre andava a caccia, trovò la bara del fratello e lacerò il corpo in quattordici pezzi che poi disperse.
Iniziò la ricerca di Iside delle parti del cadavere dello sposo.
In ognuna delle città dove furono recuperate le parti del corpo di Osiride sorse un tempio.
Ricomposto il corpo di Osiride, Iside cercò di ridargli la vita. Il tentativo riuscì a metà, perchè Osiride ricominciò a regnare, ma non più sulla terra, bensì sul "Sito che è oltre l'Occidente", cioè l'oltretomba.

Nessun commento: