venerdì 2 dicembre 2011

Mia nonna

La persona di cui voglio narrare la biografia è mia nonna A.
E' nata il 01\04\1943, in casa, in un bel paesino di montagna immerso nel verde: Talana.
Durante l'infanzia e la giovinezza visse lì, in corso Umberto, con i genitori, G. e F., i suoi due fratelli P. e M., e le sue tre sorelle, E., G. e A.
Da piccola, era timida e riservata, molto tranquilla e obbediente.
A cinque anni circa, una grossa pietra su cui giaceva le cadde sul calcagno; per la grave ferita la portarono dal dottore e questi le mise i punti senza anestesia e per non farle sentire il dolore le davano bianchini, ma naturalmente lei piangeva lo stesso. Infatti lo ricorda ancora oggi come se fossero passati pochi giorni.
Ha frequentato solamente le elementari; erano diverse dalle nostre perché gli alunni andavano in una stanza di una casa e lì si posizionavano i banchi, la cattedra e la lavagna.
A quindici anni è andata via da casa per lavorare come babysitter, per guadagnare qualche soldo e aiutare la famiglia.
Si è sposata a ventitrè anni con nonno G. trasferendosi a Tortolì e ha avuto sei figli: mia mamma, zia C., zio D., zio F. e i gemelli P. e A. .
Lei non aveva un lavoro fisso, ma era una “TUTTOFARE”.
Nonna , dai conoscenti, è considerata insuperabile; accontenta sempre tutti!
Prepara pasti dal sapore sublime! Io l'adoro.
 
Alessia Monni

Nessun commento: